Uncategorized

“Un’Amica in più”

Postato il Aggiornato il

Si sono stabiliti i nuovi incontri organizzati dal nucleo locandina.jpg.pngistituito all’interno della nostra Onlus, “Un’ Amica in più” , un gruppo di donne operate al seno, nato allo scopo di sostenere altre donne operate al seno.

Gli incontri, guidati da una psiconcologa volontaria, sono liberi.

L’argomento non è mai definito a priori, ma di volta in volta si affrontano le problematiche espresse al gruppo da ciascuna.

Milano. Christmas shopping per l’autismo.

Postato il Aggiornato il

– 

12247176_941957525884557_5277921263283907868_n

“…quando finalmente si riesce a captare lo sguardo di un bimbo autistico non si ha l’impressione che dietro i suoi occhi ci sia il vuoto… ma c’è un “sé” cosciente fatto di sentimenti ed emozioni.”

da un discorso del prof. Antonio Persico
 

 

L’Associazione Amici, è impegnata da anni nel sostegno della ricerca sull’autismo portata avanti dall’Unità di Neuropsichiatria per i disturbi pervasivi dello sviluppo della Università Campus Bio-Medico di Roma, presso i laboratori delle due sedi, Roma e Milano, cui sono destinati i fondi raccolti con questa vendita di solidarietà.

Ringraziamo tutti i collaboratori

e coloro che con i loro acquisti hanno sostenuto la nostra causa.

I Volontari, Amici del Campus Bio-Medico

Postato il Aggiornato il

IMG_3862

Lezione di aggiornamento e confronto per tutti i volontari operanti presso il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, soci onorari della nostra Onlus.

Nuove prospettive, nuove aggregazioni e nuovi punti di forza per rinsaldare maggiormente il gruppo e per migliorare le criticità dei settori in cui svolgono giornalmente le loro preziose attività.

ROMA, CENA DI GALA A PALAZZO CORSINI

Postato il Aggiornato il

Lo scorso martedì, 20 ottobre 2015, si è tenuta presso la bellissima Galleria di Palazzo Corsini in Roma, la cena di gala della nostra Onlus, appuntamento annuale con gli Amici del Campus, per festeggiare insieme un altro anno ricco di attività, di eventi e di campagne di raccolta fondi.

Gli Ospiti hanno partecipato ad una visita guidata a loro riservata nelle sale del Museo, prima del convivio.

Un grazie a tutti gli Amici che  ci sono stati vicini e che hanno contribuito nei mesi passati, a far conoscere la nostra Università e il suo Policlinico e a promuovere raccolte fondi a Roma, Milano, Lecce, Cinquefrondi, Cosenza, Brescia.

IMG_3509

 




Eventi autunnali

Postato il Aggiornato il

12039354_922446824502294_202677895076368251_nMercoledì 7 ottobre 2015

 

L’ Associazione Amici, sede di Milano, ha organizzato una Gara di Golf Autunnale di Carimate, il cui ricavato contribuirà alla ricerca sull’autismo portata avanti dal Campus Bio-Medico di Roma nei laboratori del Centro Mafalda Luce di Milano sotto la direzione del Prof. Antonio Persico.

 


pickerimage

Un pomeriggio di settembre,
un prestigioso Hotel romano,
un gioco tra Amici, per gli Amici.

 

Un grazie a tutti i partecipanti al Torneo di Burraco del 21 settembre scorso e un grazie speciale per la consueta splendida ospitalità al Polo Hotel di Roma.

 

Chi Siamo

Postato il

La nostra Onlus, nata nel 1992, apolitica e senza fini di lucro, si propone di sostenere lo sviluppo e l’attività clinico-didattica dell’ Università Campus Bio-Medico di Roma oltre a promuovere ed organizzare le diverse iniziative volte a far conoscere l’Università in tutta Italia.
Il Campus Bio-Medico di Roma è una Università e un Policlinico di tipo nuovo, che si differenzia dagli altri per l’attenzione alla Persona del paziente. Non si tratta solo di curare una malattia, ma si cerca anche di rendersi conto delle necessità di tipo psicologico o affettivo che il paziente può avere, e di farsene carico. Sono però necessarie sempre nuove risorse finanziarie per sviluppare le attività di ricerca, per acquistare apparecchiature sempre più perfezionate e per “crescere”. Oltre ai fondi pubblici, e’ necessario il sostegno amorevole di tipo personale ed economico, di quanti condividono queste finalità. A questo fine è stata creata l’Associazione Amici del Campus Bio-Medico, di Roma -Onlus che, oltre a promuovere il volontariato all’interno del Campus, organizzare convegni e occasioni d’incontro, si adopera per raccogliere i fondi necessari alle diverse esigenze.

L’Associazione ricava i mezzi utili a finanziare tutte le sue attività dalle quote annuali dei propri soci e dai donativi. Collaborare con gli “Amici dell’Università Campus Bio-Medico di Roma -Onlus” significa contribuire alla crescita di una realtà impegnata da anni nell’erogazione di servizi di assistenza medica di eccellenza e nella promozione dell’attività di ricerca secondo lo spirito de “La scienza per l’Uomo” che anima tutta l’attività didattica, scientifica e clinica del Campus.

Dal 2010 è iscritta all’anagrafe delle Onlus e questo consente agevolazioni e benefici fiscali ai potenziali donatori. Annualmente predispone un bilancio e lo stesso viene certificato da un revisore dei conti.

L’Associazione ha una sede a Roma e una a Milano:

Roma, via Alvaro del Portillo, 21 – 00128 / tel. 06225411410 -amici@unicampus.it

Milano, via Bernardo Rucellai, 36 -20126 / tel. 02.36752977 – amicimilano@unicampus.it

gh

I VOLONTARI DEL POLICLINICO CAMPUS BIO-MEDICO

Postato il Aggiornato il

Immagine 004

Sono 61.
Hanno dai 40 agli 80 anni.
Indossano un gilet arancione e dedicano con passione e impegno parte del proprio tempo a servizio delle attività svolte nei diversi settori del nostro Policlinico: sono i Volontari dell’Università Campus Bio-Medico di Roma.

Immagine 007

Ivo Spadavecchia_Volontari09Si occupano dei principali servizi di accoglienza, dell’assistenza e compagnia ai pazienti nei reparti, della cappellania, dei pasti riservati ai pazienti oncologici del day hospital, del centro trasfusionale, dei donatori di sangue e delle attività di sensibilizzazione alla donazione, del centro prelievi e della biblioteca itinerante nei reparti.

Sono stati formati presso il Campus Bio-Medico con due corsi di formazione e uno di aggiornamento, tutti promossi e organizzati dall’Associazione Amici.

Articolo Let.dalCampus

2013-2015 un triennio di campagne di sms solidali per il progetto dedicato alla ricerca sull’autismo.

Postato il Aggiornato il

Per tre anni consecutivi, oltre ad aver dedicato diversi eventi in diverse città italiane, la nostra Onlus ha promosso la campagna di raccolta fondi tramite sms solidale dal titolo “Non lasciamoli soli!”, a sostegno del progetto di ricerca sull’Autismo condotto dal Prof. Antonio Persico e dal suo team, sia nella sede universitaria romana che in quella milanese del  Centro Mafalda Luce.

autismo collage

L’obiettivo della raccolta fondi è stato quello di migliora re la performance della diagnosi precoce e personalizzare il percorso di cura nella maggioranza dei casi studiati. I fondi raccolti contribuiranno al finanziamento del team di ricerca e degli strumenti e materiali di laboratorio per garantire il programma e verificare sia l’andamento del quadro clinico sia l’efficacia dell’intervento terapeutico sui pazienti.

10157407_583714261724542_9111854166921407062_nL’anno scorso è stato possibile acquistare, con la cifra raccolta, un Eye Tracker, apparecchio che studia la traiettoria dello sguardo dei pazienti autistici. Il Campus, insieme al King’s College di Londra, sta elaborando e studiando efficacemente tutti i dati raccolti, per arrivare a determinare con precisione le cause della patologia.

I fondi necessari a finanziare questo tipo di ricerche sono elevati, ma segni positivi ci sono. L’Unione Europea, in particolare, ha incaricato il consorzio EU-AIMS (www.eu-aims.eu) di tradurre entro il 2016 le conoscenze scientifiche disponibili in nuovi protocolli diagnostici di laboratorio e in nuove terapie molecolari. L’Unità di ricerca diretta dal Professor Antonio Persico è l’unica équipe di un paese sudeuropeo tra i membri del consorzio.

“La ricerca verso una cura – spiega il Professor Antonio Persico, responsabile del gruppo di ricerca di Neuropsichiatra Infantile dell’Università Campus Bio-Medico di Roma – si sta indirizzando verso terapie molecolari personalizzate, già in fase avanzata di studio per alcuni sottogruppi di pazienti”. L’Italia è in prima linea. Maggiore capacità diagnostica e innalzamento dell’età dei genitori al momento del concepimento tra i principali fattori all’origine del boom dei casi diagnosticati: uno su cento nascite.

Una malattia che si manifesta intorno ai tre anni di vita con la difficoltà sempre più evidente a intrecciare relazioni con gli altri, fino al completo isolamento e alla difficoltà di vivere una vita sociale e lavorativa. Un tempo era considerata malattia rara. Oggi la sua incidenza nella popolazione la pone come una delle malattie più comuni nell’infanzia e la sproporzione con gli scarsi strumenti a disposizione di pazienti e famiglie per affrontarla esige risposte dalla ricerca.

Eventi – Primavera 2015

Postato il Aggiornato il

6 giugno 2015 

Una giornata nel Resort del Maestro Mogol

a-iciclamini-esterno-01c-ristoranti-01

Gli ospiti intervenuti alla gita, organizzata dalla nostra Onlus lo scorso 6 giugno, hanno trascorso una giornata presso il bellissimo resort “La Tenuta dei Ciclamini”, in compagnia del Maestro Mogol, che da straordinario padrone di casa li ha omaggiati nel suo teatro, dell’ascolto del primo atto della sua ultima opera composta con Gianni Bella, nonché di alcuni arrangiamenti rock delle più famose canzoni di Battisti.

Prima dell’arrivo al resort, gli ospiti hanno fatto una sosta a Lugnano in Teverina, ricevuti dal Sindaco, che li ha accompagnati nella visita del museo della grande guerra e nella splendida Collegiata, dove è stata celebrata una Messa per tutto il gruppo.

 


26 maggio 2015 

Cena di Gala dell’Associazione Amici, sede di Milano

P1060610

Gli Amici del Campus milanesi si sono ritrovati come ogni anno presso la Società del Giardino per la cena di gala in favore della ricerca sull’autismo.

Di seguito, il discorso di benvenuto fatto dalla dott.ssa Rossella Perricone, Presidente P1060597dell’Associazione Amici dell’Università Campus Bio-Medico di Roma onlus, agli ospiti intervenuti:

Buonasera a tutti, benvenuti. Sono veramente lieta di salutarvi stasera, in occasione della nostra cena annuale. Il mio primo ringraziamento va –permettetemi- ad Aurora e Giuseppe Luce, che tanto hanno fatto e tanto continuano a fare direttamente per l’Università Campus Bio-medico di Roma, e attraverso la sede del Centro Mafalda Luce, fermamente voluta dalla Fondazione Gaetano e Mafalda Luce, che ospita i laboratori di ricerca e gli ambulatori sotto la guida del Prof. Antonio Persico, Direttore dell’Unità di Neuropsichiatria per i Disturbi Pervasivi dello Sviluppo presso l’Università Campus Bio-medico; nel corso della serata, il Professore ci darà le buone notizie degli aggiornamenti che la scienza – grazie alla generosità di voi tutti – sta compiendo.
Porto innanzitutto il saluto del Prefetto, dott. Tronca, che pur desiderando trascorrere la serata con noi, purtroppo ha dovuto rinunciare per i suoi impegni; saluto il Prof. Zanella, Presidente della Fondazione Luce, la dott.ssa Caccia Dominioni, Vice Presidente della Fondazione Piatti, e la dott.ssa Anna Curtarelli Bovi, Presidente dell’ANGSA Lombardia (Ass. nazionale Genitori soggetti autistici), la dottoressa Paola Molteni, autrice del libro che troverete nella hall, L’autismo attraverso un’esperienza umana, di cui ha voluto farci omaggio.
Qualche notizia, in breve, sulla nostra onlus: Anche quest’anno, sul quotidiano “Italia Oggi” del 12 marzo scorso, abbiamo pubblicato il bilancio: questo, per rendicontare le molteplici iniziative che l’Associazione Amici promuove in tutta Italia a sostegno delle varie aree di ricerca e di prevenzione che l’Università Campus Biomedico con l’annesso Policlinico porta avanti.
Inoltre, come sapete, attraverso la onlus è stato possibile realizzare dal 19 al 25 aprile la campagna del sms solidale a favore della ricerca sull’autismo. Nei due ultimi anni, con le cifre raccolte, avete realizzato l’ acquisto di un Eye Tracker, che studia la traiettoria dello sguardo dei pazienti autistici, e uno Scanner Agilent, e infine, con il vostro aiuto avete contribuito, e sono certa che continuerete a farlo, alla copertura degli elevatissimi costi della ricerca, come ci spiegherà il Prof. Persico.

Di nuovo un grazie di cuore!

P1060469 P1060579

Eventi di inizio anno

Postato il Aggiornato il

LE GARE DI GOLF 

gara golf Crema resort

12 aprile 2015              GOLF CREMA RESORT

Giornata in favore della ricerca ricerca scientifica sull’Autismo portata avanti dall’Unità di Neuropsichiatria per i disturbi pervasivi dello sviluppo, diretta dal prof. Antonio Persico, dell’ Università Campus Bio-medico di Roma, nei laboratori di Roma e in quelli ospitati a Milano, presso il Centro Mafalda Luce di via Rucellai.

Un’ottantina di partecipanti si sono sfidati al Golf Club di Crema. Al termine della gara gli ospiti hanno partecipato ad una lotteria offerta dagli Amici del Campus del team milanese.

8 marzo 2015              GOLF CLUB PARCO DE’ MEDICI – ROMA

golf

Gara di golf a sostegno degli Amici del Campus. Al termine della gara gli ospiti hanno concluso la giornata nel Golf Club con un piccolo rinfresco generosamente offerto da Olsa Informatica e una lotteria di premi a cura della nostra Associazione.

– 


7 marzo 2015 

Teatro Politeama Greco di Leccelocandina

“Mosè in Egitto”

spettacolo di musica e danza   di Stabia Ballet, a sostegno della ricerca sull’autismo   condotta dal team della nostra Università – nelle sedi  di Roma e Milano – guidato dal prof. Antonio Persico,  docente di Neuropsichiatria infantile presso il Campus.

g

Cosenza a Teatro per la senologia

Postato il Aggiornato il

3 maggio 2015

Concerto al Teatro Rendano di Cosenza in favore della Senologia

biglietto-2015-definitivo

Anche quest’anno il Teatro “A. Rendano” di Cosenza ha ospitato la manifestazione organizzata dalla nostra Onlus , per promuovere la prevenzione e la lotta contro il tumore al seno.

La raccolta fondi è stata destinata all’attività di ricerca e di prevenzione, svolta all’interno dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, dall’Unità Multidisciplinare di Senologia, diretta dal Prof. Vittorio Altomare.

Eventi dell’anno 2014

Postato il Aggiornato il

17 novembre 2014

“Un Concerto per 3. Musica, scienza e tecnologia insieme per la vita” 

Auditorium Parco della MusicaSala di Santa Cecilia

flyer concerto AuditoriumUn grande concerto con lo scopo di contribuire all’acquisto del microscopio confocale live cell imaging, da utilizzare nell’ambito della ricerca oncologica.
Il microscopio potrà essere utilizzato dai nostri Ricercatori, che da sempre s’impegnano a lavorare in sinergia, garantendo un’ alleanza – peraltro al Campus molto ben collaudata – tra ingegneria biomedica e medicina. Un salto di qualità nell’analisi sperimentale dei meccanismi che sottostanno all’insorgenza del cancro. 

Hanno aderito con slancio, offrendo la loro partecipazione a titolo gratuito, il cantautore Ron con la sua violoncellista, la Banda musicale della Polizia di Stato diretta dal M.Maurizio Billi, la presentatrice Daniela Poggi e,  con un compenso simbolico, il Coro di Santa Cecilia diretto dal M. Ciro Visco.

 


13 ottobre 2014

Cena di gala degli Amici del Campus presso Palazzo Venezia in Roma 
e visita guidata, riservata agli ospiti, al museo del Palazzo 

Annuale appuntamento romano per gli Amici del Campus, questa volta accolti nella splendida cornice di Palazzo Venezia.

UCBM_20141013_Amici_del_Campus_68 UCBM_20141013_Amici_del_Campus_16 UCBM_20141013_Amici_del_Campus_31 UCBM_20141013_Amici_del_Campus_57


17 maggio 2014

LOCANDINA-CS-WEB

Secondo appuntamento
al teatro Rendano di Cosenza,
in favore della ricerca in Senologia.

Concerto “Madre Terra“, per il secondo anno consecutivo, svoltosi in occasione della festa della mamma.

Una serata di musica per promuovere l’importanza della prevenzione e per sostenere la ricerca sul tumore al seno, svolta dall’Unità di Senologia dell’Università Campus Bio-Medico di Roma diretta dal Prof. Vittorio Altomare.

Anche quest’anno la serata è stata presentata da Pino Sassano.


10 maggio 2014 

Milano, Open Day Centro Mafalda Luce 

per i Disturbi Pervasivi dello Sviluppo

open day milano 2014

Il Centro è stato creato con lo scopo di contribuire al miglioramento della qualità di vita di bambini, adolescenti ed adulti con Disturbi Pervasivi dello Sviluppo (DPS) e delle loro famiglie. Il suo tratto distintivo è quello di concentrare in un solo luogo la ricerca, la clinica, la riabilitazione, la formazione unitamente all’ascolto ed all’accompagnamento delle famiglie, favorendo in questo modo un più completo ed appropriato processo di presa in carico.

Centro Mafalda Luce Milano - 57La Fondazione Gaetano e Mafalda Luce, è stata costituita nel 2003, su iniziativa dell’imprenditore Giuseppe Luce, con finalità di pubblica utilità e di interesse generale nell’assistenza, ricerca, educazione e istruzione nel campo dell’autismo e dei disturbi pervasivi dello sviluppo. Nel 2011, al termine dei lavori di ristrutturazione e riqualificazione dell’ex immobile industriale a Milano in Via Rucellai 36, la Fondazione Gaetano e Mafalda Luce, proprietaria dell’edificio, ha concesso la struttura in comodato d’uso gratuito ai due enti gestori delle attività:

  • Fondazione Renato Piatti Onuls per l’area clinico-riabilitativa
  • Università Campus Bio-Medico di Roma per l’area clinico-diagnostica e scientifico-formativa

L’edificio ospita in comodato d’uso gratuito anche le sedi di due Associazioni:

-Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici ANGSA Lombardia Onlus

-Associazione Amici dell’Università Campus Bio-Medico di Roma Onlus

Centro Mafalda Luce Milano 38L’orizzonte del Centro è di divenire un punto di forza del sistema di cura lombardo e nazionale integrando le peculiarità del Servizio Pubblico con quelle del privato accreditato insieme alle famiglie ed alle associazioni che le rappresentano, nonché un luogo di innovazione e sperimentazione a carattere scientifico, clinico ed organizzativo.

Il Centro è organizzato secondo una visione unitaria articolata in sei moduli/unità di offerta:

  1. Unità Ambulatoriale di Psichiatria dell’Infanzia, dell’Adolescenza e dell’Adulto: (Ente gestore: Università Campus Bio-Medico di Roma) Finalizzata alle necessità di eventuali valutazioni di secondo livello, alla formulazione di programmi riabilitativi per pazienti adolescenti ed adulti con DPS (psicodiagnostica, psicoterapia individuale e di gruppo, interventi farmacologici mirati a questa fascia di età) e ad altre patologie neuropsichiatriche non necessariamente connesse con i DPS, quali ad esempio i Disturbi dell’Apprendimento (dislessia, disgrafia/disortografia, discalculia). L’attività ambulatoriale, autorizzata e accreditata dalla ASL Milano, è già operativa.
  2. Medicina di Laboratorio: (Ente gestore: Università Campus Bio-Medico di Roma) Pensata per offrire eventuale completamento del processo diagnostico medico. In particolare, nell’ambito genetico sarà possibile effettuare analisi genomiche mediante array- CGH ad alta risoluzione, sequenziamento di singoli geni (PTEN, MeCP2, e altri), screening per X-fragile e test di paternità, a seconda delle indicazioni cliniche. Ulteriori test saranno resi disponibili in itinere. Il laboratorio è dotato di una parte delle apparecchiature necessarie, grazie anche ad un contributo della Fondazione Cariplo ed potrà avviare l’attività non appena il percorso autorizzativo (attualmente in corso) sarà concluso.
  3. Centro Diurno di Neuropsichiatria dell’Infanzia e Adolescenza: (Ente gestore: Fondazione Renato Piatti Onlus) Il Centro ha avuto l’autorizzazione all’esercizio e accreditamento come struttura di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza (NPIA), ed è stato contrattualizzato dalla ASL Milano. Il CTRS quindi, quale Unità di offerta appartenente al Sistema Sanitario Regionale, è a tutti gli effetti un servizio pubblico: gli utenti vi accedono su invio delleUnità Operative di Neuropsichiatria dell’Infanzia dell’Adolescenza del territorio (UONPIA) senza che venga richiesto alcun contributo economico ai familiari. Il centro offre prestazioni riabilitative, facendo proprie le Linee guida 2011-2015 per il trattamento dei disturbi dello spettro autistico dell’Istituto Superiore della Sanità. Il modello di intervento propone quindi approcci integrati e configurati “su misura” per ogni bambino: oltre quindi all’individualità (“quel” percorso unico per “quel” bimbo), parole chiave del modello sono la precocità (prima si interviene, maggiori e più efficaci sono gli esiti dell’intervento), la globalità (si considera non solo il “qui e ora” del bimbo, ma tutti i suoi spazi e tempi di vita, con i cui referenti, coordinati dall’UONPIA territoriale, si costruisce il progetto trattamentale), l’intensità (garantendo interventi ogni giorno feriale della settimana) e la continuità (garantendo identità degli spazi, dei tempi e dei referenti educativi). Il tutto viene svolto attraverso un lavoro in piccolo gruppo di sei bimbi con due operatori, integrati da interventi programmati di logopedisti, psicomotricisti, accompagnati da volontari. L’organizzazione interna è stata pensata garantendo la combinazione di spazi, tempi e “significati” (in quello spazio, succede quella cosa con quel significato), in modo da costruire un ambiente accogliente e chiaro per le persone con autismo. Metafora guida della progettazione degli ambienti è il “come se…”, con l’obiettivo di creare attività il più possibili equivalenti a quelle che caratterizzano o dovrebbero caratterizzare la vita di ciascun bimbo. Il CTRS dispone di un’area di circa mq 1.400, al piano terra, con una zona riservata alle attività cliniche e organizzative, una zona per le attività riabilitative e un’area piscine, cui è annessa una sala di attesa che è anche break area per i familiari che portano i bimbi al centro. Alla società milanese Accadueò group club (www.accadueoclub.it) è stata affidata la gestione degli spazi acqua, che sono aperti anche all’utenza esterna allo scopo di offrire opportunità concrete di inclusione sociale. Primo esempio è il progetto AutismH2O, avviato nel marzo scorso, grazie a un contributo della Fondazione Umana Mente – Gruppo Alla società milanese Accadueò group club (www.accadueoclub.it) è stata affidata la gestione degli spazi acqua, che sono aperti anche all’utenza esterna allo scopo di offrire opportunità concrete di inclusione sociale. Primo esempio è il progetto AutismH2O, avviato nel marzo scorso, grazie a un contributo della Fondazione Umana Mente – Gruppo
  4. Ricerca: (Ente gestore: Università Campus Bio-Medico di Roma) Nel Centro si effettuerà ricerca clinica e di base. All’interno del laboratorio vi sono già disponibili apparecchiature di avanguardia utili per la diagnostica e per la ricerca neuroscientifica, genetica, biochimica, e fisiopatologica di questi disturbi. La contiguità tra spazi dedicati alla clinica, il punto prelievi ed il laboratorio analisi e di ricerca, offre un’opportunità unica di raccogliere biomateriali (sangue, urine, saliva) da grandi campioni di pazienti clinicamente ben studiati, nonché dai loro familiari. Il Centro lavorerà all’interno del consorzio europeo EU AIMS, la più grande rete mai finanziata a livello mondiale per la ricerca di marker diagnostici precoci e di trattamenti per l’autismo.
  5. Formazione ed aggiornamento: (Ente gestore: Università Campus Bio-Medico di Roma) L’area di formazione si muove su un duplice binario: da un lato, si intende fornire a medici (pediatri, neuropsichiatri infantili, neurologi pediatri), psicologi, ed operatori della riabilitazione opportunità formative mirate a sistematizzare ed aggiornare le loro conoscenze, nonché a fornire un know-how operativo, specie per quanto attiene ai professionisti più giovani. Dall’altro lato, si vogliono creare delle opportunità formative specifiche mirate ai genitori, che colleghino una maggiore conoscenza circa le cause ed il significato dei
    comportamenti anormali dei loro figli, con una migliore e più adatta risposta da parte del genitore stesso, nel quadro di un “parent training” oggi sempre più visto come una risorsa indispensabile al successo terapeutico.
  6. Accoglienza ed accompagnamento delle famiglie: Presso il Centro ha la sua sede l’Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici della Lombardia (ANGSA Lombardia Onlus), aderente alla International Association Autism Europe, attivamente impegnata a dare una speranza ed un futuro dignitoso alle persone colpite da autismo, sostenendo le famiglie, diffondendo una corretta informazione, sollecitando la ricerca scientifica e gli interventi qualificati. Il personale impegnato nel Centro a livello clinico, formativo e scientifico si adopererà pertanto perché il Centro stesso possa fungere da punto di riferimento per le famiglie, nonché da “cinghia di trasmissione” per i neuropsichiatri infantili, gli psichiatri e gli operatori che si occupano di questi disturbi sul territorio.

    Presso il Centro ha anche sede l’Associazione Amici dell’Università Campus Bio-Medico di Roma Onlus, che si propone di divulgare le attività del Centro e supportarle mediante opportune iniziative di fund-raising.


18 gennaio 2014

Una serata a sostegno delle ricerche dell’Università Campus Bio-Medico di Roma sull’autismo 

STABIA BALLET PRESENTA IL MUSICAL “CAROSELLO NAPOLETANO”

al Teatro Politeama Greco di Lecce

locandina Carosello NapoletanoUno spettacolo in uno dei più incantevoli teatri d’Europa a sostegno di una patologia che negli ultimi dieci anni ha registrato un’esplosione di casi. La compagna dei Stabia Ballet ha presentato presso il Politeama Greco di Lecce il Musical Carosello Napoletano, spettacolo di danza classica e canzoni del repertorio napoletano, con coreografie di Tony Martin.

Con questo evento, l’Associazione Amici dell’Università Campus Bio-Medico di Roma ha chiamato a raccolta la città di Lecce per sostenere insieme le ricerche sull’autismo condotte nei centri di Roma e Milano dall’Area di Neuropsichiatria del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico.

Solo nel 1985 nascevano dai tre ai quattro bambini autistici ogni 10mila bebè. Oggi il dato è schizzato a un caso ogni cento” – spiega il Prof. Antonio Persico, Responsabile dell’Area. Un boom probabilmente dovuto a molteplici fattori, tra i quali il fatto che si concepisce sempre più in là negli anni, ma anche il fatto che in passato l’autismo veniva spesso diagnosticato come un generico ritardo mentale. Patologia per la quale non esiste oggi ancora una cura risolutiva, l’autismo ha forti implicazioni sullo sviluppo della persona e le sue relazioni con il mondo esterno. Viene mediamente diagnosticato con l’avvicinarsi della scolarizzazione e ha conseguenze per tutta la vita con un impatto grave anche sulla famiglia del paziente, chiamata a gestire situazioni di vita difficili e alti oneri economici per un’assistenza e forme di sostegno terapeutico che il Servizio Sanitario Nazionale non riesce a garantire. Per individuare cure sempre più efficaci, i ricercatori si stanno concentrando da alcuni anni sulle possibili cause dell’autismo a livello di genoma dell’individuo ed eventuali fattori ambientali in epoca prenatale. È su questo fronte che è impegnata anche l’équipe del Prof. Antonio Persico, unico gruppo di ricerca italiano coinvolto nel più grande programma europeo di ricerca sull’autismo, EU-AIMS. Sono attività di laboratorio condotte con tecniche particolarmente costose, come l’ARRAY-CGH. Il Prof. Antonio Persico è intervenuto durante la serata per presentare al pubblico l’attività di ricerca.

brochure Tony Martin 001 Carosello Napoletano 008

Eventi dell’anno 2013

Postato il Aggiornato il

29 ottobre 2013 

Cena di Gala dell’Associazione Amici a Palazzo Pallavicini Rospigliosi 

A conclusione del ventennale dell’ Associazione, e della nostra Università, gli Amici del Campus si sono nuovamente riuniti per condividere con gioia e soddisfazione i passi avanti fatti lungo questo ultimo anno particolarmente delicato e, allo stesso tempo, ricco di importanti ed entusiasmanti sfide per il futuro.

Le iniziative realizzate a sostegno dei punti cardine del Campus – Didattica, Ricerca e Assistenza – hanno portato un sensibile aumento del numero di Studenti immatricolati, oltre a preziosi contributi per le Aree di Neuropsichiatria infantile, Chirurgia Generale, Radioterapia e Senologia.-


 

invito-web-cena


 

3.jpg


12 maggio 2013 

FESTA DELLA MAMMA, CONCERTO AL TEATRO RENDANO DI COSENZA PER FINANZIARE LA RICERCA SUL TUMORE AL SENO

IMG-20130512-WA0009

StampaL’Associazione Amici del Campus Bio-Medico di Roma e l’associazione culturale I.D.E.A. di Cosenza in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Cosenza hanno organizzato in occasione della Festa della Mamma, un concerto al Teatro Rendano di Cosenza.

Il ricavato degli incassi è stato devoluto all’Unità di Senologia del Campus Bio-Medico di Roma per finanziare la ricerca sul tumore al seno. Il concerto è stato inoltre finalizzato a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della prevenzione e dello screening femminile.

E’ intervenuto il prof. Vittorio Altomare, cosentino, responsabile UOS di Senologia al Policlinico: “Il divario tra Nord e Sud in termini di prevenzione – dice il professore originario di Rogliano – è ancora molto forte se si considera che alle chiamate di screening al Nord risponde quasi il 65% mentre al Sud solo il 35%”. “In Italia, ogni anno, – spiega il primario – si riscontrano  40mila nuovi casi di donne che si ammalano di tumore al seno ma grazie ai programmi di screening la diagnosi è precoce e quindi è anche più facile guarire. Ecco perché è fondamentale l’attività di informazione e prevenzione nelle donne in età a rischio”.

La serata è stata presentata da Pino Sassano. Si è esibito il Conservatorio di Musica F. Torrefranca di Vibo Valentia diretto da M° Antonella Barbarossa,  Sara Simari (Arpista Concertista),  M° Francesco De Leo e M° Patrizia Patelmo (Scuole di Canto), M° Concita Silvestri e M° Ornella Cauteruccio (Pianoforte), M° Alessio Palermo e M° Mario Piluso (Fisarmonica), M° Stefania Bilik (Bandura).

In chiusura dell’evento l’associazione di donne calabresi Padolea, guidata dall’agronomo Lina Pecora, ha offerto l’aperitolio (bruschette con olio calabrese) a tutti i presenti, per sottolineare le note proprietà benefiche dell’olio extra vergine d’oliva tipico della dieta mediterranea.
 


27 Gennaio 2013   

Spettacolo “Fantasia” Serata riservata agli Amici del Campus

LOCANDINA_Fantasia

Le nostre conferenze

Immagine Postato il Aggiornato il

save-the-date-conferenza-pozzilli

 



ds

 


 

Il modello delle Cellule Tumorali Staminali umane:

Identificazione in Vivo e Prospettive terapeutiche

Giuseppe Perrone M.D., Ph.D.  Ricercatore Universitario, Dipartimento di Anatomia Patologica, Università Campus Bio-Medico di Roma

La cellula staminale tumorale (CST) rappresenta una evoluzione del paradigma di cellula staminale normale, ed è oggetto di grande interesse in campo biologico ed oncologico. Esiste infatti evidenza che la massa tumorale sarebbe composta da una popolazione cellulare eterogenea nella quale le CST, per la loro capacità di auto-rinnovamento, sarebbero capaci di dare inizio e sostenere lo sviluppo della neoplasia. Alcuni dati indicherebbero che questa sotto-popolazione di cellule abbia la capacità di resistere alle terapie anti-blastiche oggi in uso. Da questo punto di vista, lo studio del modello delle CST ha il potenziale di modificare gli attuali approcci terapeutici anti-blastici. L’obiettivo delle nostre ricerche è di sviluppare metodiche innovative per l’individuazione in vivo di questa sotto-popolazione cellulare su tumori umani così da trasferire le conoscenze provenienti da studi di base ad una applicazione diagnostica e terapeutica.

f.png

 

I vent’anni degli Amici del Campus

Postato il Aggiornato il

Tutti gli Amici si sono riuniti nella splendida cornice romana di Casina Macchia Madama per festeggiare il ventennale dell’Associazione.

I soci fondatori, ancor prima che il Campus nascesse, hanno creduto in questo ambizioso progetto e da allora, molti nuovi Amici si sono aggiunti e hanno condiviso il nostro impegno.

In questi venti anni, molti hanno sperimentato di persona l’accoglienza, la dedizione e l’alta professionalità di medici e infermiere del Campus, l’avanguardia delle metodiche di indagine e cura, l’alto profilo della  ricerca scientifica.

Alcuni degli eventi di raccolta fondi degli ultimi anni

Postato il Aggiornato il

 

 

  
PRISMA NEWS   (articolo del 6 novembre 2010) 
 Anche il golf fa beneficenza. Per gli “Amici del Campus Bio-Medico”
 

Ne è dimostrazione la prima edizione della “Charity Golf Cup” in calendario l’11 novembre presso l’Olgiata GC e il cui ricavato sarà devoluto agli “Amici dell’Università Campus Bio-Medico” di Roma, associazione impegnata nel fund-raising e già nota per le anteprime culturali ospitate presso il Teatro dell’Opera di Roma. In questa circostanza padrone di casa sarà la magnifica struttura dell’Olgiata Golf Club, sede del torneo che – a partire dalle ore 9.30 e fino alle 14.30 – si giocherà con la formula dello stableford. Distanza standard delle 18 buche, sul green uomini e donne di livello amatoriale che si contenderanno i premi e una classifica finale che avrà per tutti il valore della vittoria.
Previsti anche gli interventi del prof. Paolo Arullani, presidente del Campus Bio-Medico, e del dott. Antonio Casu presidente dell’Associazione.

–  –


—— 
16 maggio 2010 

Teatro dell’ Opera di Roma: “Madama Butterfly”

 

 
Il 16 maggio, alle ore 17.00, il Teatro dell’Opera di Roma, ha ospitato il Maestro concertatore e Direttore Daniel Orden e l’orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, i quali hanno eseguito l’opera lirica in due atti di Giacomo Puccini “Madama Butterfly“.
Il ricavato è stato destinato allo sviluppo ed al potenziamento dell’Ambulatorio open di senologia del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico.
 
L’Unità operativa di Senologia del nostro Policlinico, diretta dal prof. Vittorio Altomare, metterà a disposizione un ambulatorio di Senologia con accesso aperto. Il servizio offre alle donne con una sintomatologia senologica evidente la possibilità di avere una diagnosi in giornata, senza prenotazione e con l’esecuzione immediata di ecografia mammaria, mammografia ed eventuale ago aspirato.

 


— 
26 novembre 2009

– Teatro dell’Opera di Roma “Il lago dei cigni”

Un balletto per promuovere le donazioni del sangue

” In scena al Teatro dell’Opera “Il Lago dei Cigni”. Il ricavato della serata di giovedì 26 novembre sarà devoluto alle attività di Medicina Trasfusionale del policlinico Campus Bio-Medico. L’associazione Amici dell’Università Campus Bio-Medico di Roma giovedì 26 novembre presso il Teatro dell’Opera di Roma promuove lo spettacolo “Il Lago dei Cigni” con la coreografia di Galina Samsova da Marius Petipa e Lev Ivanov. In scena l’Orchestra e il Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera.

Il ricavato della serata sarà devoluto alle attività di Medicina Trasfusionale del policlinico Campus Bio-Medico, ed in particolare alle iniziative di sensibilizzazione alla donazione del sangue e all’acquisto di un separatore cellulare. “
img_8948

 –
19 dicembre 2008
www.unicampus.it     (COMUNICATO STAMPA)
 
GLI AMICI DELL’UNIVERSITÀ CAMPUS BIO-MEDICO DI ROMA E  IL TEATRO DELL’OPERA INSIEME PER IL PRONTO SOCCORSO DEL POLICLINICO UNIVERSITARIO.
 
L’Associazione “Amici dell’Università Campus Bio-Medico di Roma”, in collaborazione con il Teatro dell’Opera della capitale, presenta domani, 19 dicembre 2008, alle ore 20.30, la Prova generale de Lo Schiacchianoci, balletto con musiche di Pëtr Il’ič Čaikovskij e coreografie di Jean-Yves Lormeau.
Lo spettacolo prevede la partecipazione degli Allievi della Scuola di Danza del Teatro dell’Opera, diretta da Paola Iorio .
 
La Fondazione Livio Patrizi Onlus sostiene e collabora con L’Associazione Amici per la realizzazione di questo evento.

AdnSalute

(articolo anno 2006)

AUTISMO: A MAGGIO CENA ‘AMICI CAMPUS BIO-MEDICO’ A SOSTEGNO RICERCA

A MILANO IL 12, A FAVORE SOPRATTUTTO DEI BAMBINI

Roma, 20 apr.  – Una cena per sostenere un progetto di ricerca sull’autismo infantile. E’ l’iniziativa in programma la sera di venerdì 12 maggio, presso la Società del Giardino di Milano, organizzata dagli ‘Amici del Campus Bio-Medico’. Circa 300 esponenti del mondo della medicina nazionale, della cultura e dell’imprenditoria milanese parteciperanno all’incontro, che avviene tutti gli anni.

I fondi raccolti – informa una nota – verranno destinati a un ampio progetto di ricerca sulle possibili cause biologiche dell’autismo infantile, già avviato dall’università Campus Bio-Medico di Roma. La ricerca vuole da un lato promuovere la prevenzione di questa patologia, così diffusa ma troppo spesso trascurata, dall’altro ha l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei malati e delle loro famiglie. Insieme alla raccolta fondi, la serata dell’associazione ‘Amici del Campus Bio-Medico’ vuole proseguire l’azione di informazione e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla gravità dell’autismo, sulle modalità per affrontarlo e sui progressi terapeutici.

Come e perchè diventare Amici del Campus

Postato il Aggiornato il

Il Campus Bio-Medico di Roma è una Università e un Policlinico di tipo nuovo, che si differenzia dagli altri per l’attenzione alla Persona del paziente. Non si tratta solo di curare una malattia, ma si cerca anche di rendersi conto delle necessità di tipo psicologico o affettivo che il paziente può avere, e di farsene carico. Sono però sempre necessarie nuove risorse finanziarie per sviluppare le attività di ricerca scientifica, per acquistare apparecchiature sempre più perfezionate, e per “crescere”.

Oltre ai fondi pubblici, e’ necessario però il sostegno amorevole di tipo personale ed economico, di quanti condividono queste finalità.

A questo fine è stata creata l’Associazione Amici del Campus Bio-Medico , che si propone di sostenere le iniziative del Campus, di farlo conoscere, e di diffonderne lo “spirito”. L’associazione Amici  nasce proprio dalla necessità di sostenere lo sviluppo e la estensione  dell’attività clinico-didattica del Campus Bio- Medico. Sorge nel 1993 insieme all’Università e Policlinico, sostiene la ricerca scientifica, promuove il volontariato all’interno del Campus, si adopera per raccogliere fondi necessari alle  dotazioni del policlinico e organizza convegni e occasioni d’incontro.

Serata di raccolta fondi al Teatro Italia

Postato il Aggiornato il

150 – viaggio Italiano” spettacolo di danza, musica e parola, ideato, realizzato e diretto dal Maestro Mvula Sungani, racconta varie storie di immigrati, ma al contempo di emigranti, in cui la chiave di lettura è il parallelo tra l’Italia degli ultimi quarant’anni, meta di immigrati e di speranze, e l’Italia del risorgimento, quando a partire con aspettative di una vita migliore erano proprio gli italiani. Lo spettacolo, magistralmente danzato e interpretato dall’etoile internazionale Emanuela Bianchini e dai ballerini solisti della Compagnia Mvula Sungani Danza, vedrà quale voce narrante il noto attore e regista Giulio Base che racconterà al pubblico storie e vicende italiane,accompagnato per l’occasione, dal chitarrista polistrumentista M° Riccardo Medile. La serata in oltre sarà una romantica visione della nostra nazione letta con gli occhi di chi in sé ha due anime solo apparentemente distanti, ma il cui soffio vitale è generato da un unico cuore, proprio come per il Maestro Mvula Sungani, di origini italo-africane “.   (comunicato stampa)

” L’Associazione Amici dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, è impegnata da anni in iniziative culturali, attività di volontariato in ambito sanitario e altre iniziative di fund-raising atte a promuove le attività didattiche e di ricerca dell’Ateneo e del suo Policlinico. “